Gwyneth Paltrow, il trauma per la nascita della figlia Apple: “Siamo quasi morte”

Gwyneth Paltrow ricorda con grande paura e spavento la nascita della primogenita Apple, figlia dell’attrice e del cantante Chris Martin: ecco cosa accadde alla donna e alla piccola in ospedale.

Gwyneth Paltrow

Attrice e imprenditrice americana, Gwyneth Paltrow sta facendo animatamente discutere i suoi fan in seguito ad alcune iniziative imprenditoriali avviate in parallelo con la carriera cinematografica. A lei, infatti, non sono bastati il Premio Oscar e il Golden Globe come migliore attrice per il film Shakespeare in Love, ma ha voluto sperimentare nuovi ambiti gettandosi, non senza polemiche, nel mondo dell’imprenditoria con le candele profumate all’odore di vagina.

Ma non è tutto: negli ultimi tempi, Gwyneth Paltrow è stata protagonista della serie Netflix – The Goop Lab – in cui ha esplorato una serie di tendenze del benessere e l’uso di droghe psichedeliche, e dello spin off – Sex, Love & Goop – in cui segue alcune coppie aiutandole a migliorare la propria vita sessuale. Intervenuta in occasione del podcast Armchair Expert, l’attrice ha voluto anche raccontare la sua esperienza come mamma e come donna, lanciando un messaggio importante al mondo femminile.

Gwyneth Paltrow ha rischiato di morire

Gwyneth Paltrow ha sposato nel 2003 Chris Martin, leader dei Coldplay, dal quale ha avuto due figli: Apple e Moses.

Per entrambe le gravidanze, l’attrice è stata costretta a sottoporsi ad un parto cesareo che, nel caso della primogenita, è stata un vero e proprio trauma.

“Ho avuto due cesarei. La nascita di mia figlia è stata un’emergenza, è stato pazzesco, siamo quasi morte – ha confessato la Paltrow ai microfoni di Dax Shepard – . Ora ho una grande cicatrice sul mio corpo, che ovviamente prima non c’era. Non è che sia brutto è solo che ogni volta ripenso a quel momento e mi dico ‘Oh mio Dio!’”.

Ricordando la nascita della prima figlia, inoltre, Gwyneth ha sottolineato quanto sia stato difficile per lei tornare al peso forma iniziale e quanto sia stata fortunata a non avere i social in quel periodo.

“Grazie a Dio quando ho partorito non c’erano i social media – ha aggiunto – . Ora ogni volta che qualcuno partorisce fa la cronaca di tutto. Poi ci vengono date tutte queste immagini di come dovremmo essere: con i bambini, senza bambini, qualunque cosa”.

Gwyneth Paltrow con la figlia Apple

Gwyneth Paltrow, il messaggio alle donne

L’idea che una donna debba corrispondere a dei canoni estetici imposti dalla società è un concetto del tutto lontano dal pensiero di Gwyneth Paltrow.

Chiacchierando con il conduttore, infatti, l’attrice ha sottolineato come alcuni modelli non siano da ritenersi normali e come le donne debbano iniziare ad essere solidali l’una con l’altra e ad accettarsi.

“Penso che le donne abbiano davvero bisogno di essere amiche l’una con l’altra e senza giudizi sul perché non si hanno bambini, se allatti o no, se lavori o no – ha detto lei – . Indovina un po’, qualunque cosa sia, va bene”.