Royal Family, spunta il nome dell’autore delle frasi razziste sul figlio di Harry e Meghan | Il clamoroso retroscena

Le dinamiche della Royal family appassionano da sempre l’intero pianeta. Se fino a qualche giorno fa si parlava dello stato di salute della Regina Elisabetta, adesso si sta discutendo su alcune frasi che il Principe Carlo avrebbe detto nei confronti del figlio Harry e Meghan Markle. 

Principe Carlo e regina Eisabetta - Meteoweek
Principe Carlo e regina Eisabetta – Meteoweek

Royal family nella bufera: gravi frasi pronunciate a corte

Per alcuni mesi la regina Elisabetta ha fatto preoccupare tutti per via delle sue condizioni di salute. I medici le hanno proibito di bere un Martini al termine di ogni pasto serale e le hanno consigliato di riposare. Non a caso tanti impegni sono stati affidati al Principe Carlo e il nipote William. Per fortuna adesso sta bene al punto tale da mostrarsi in pubblico senza il bastone. Poi l’attenzione si è focalizzata sul rapporto tra i figli di Lady Diana. Molti hanno riferito che Harry non ha mai sopportato l’idea di vivere nell’ombra del fratello William. Come se non bastasse si dice che il fratello maggiore avrebbe detto all’altro di non correre con il matrimonio. A proposito del matrimonio con Meghan, è finito al centro dell’attenzione il Principe Carlo perché avrebbe formulato delle frasi che potrebbero risultare razziste. Ecco cosa avrebbe detto.

“Mi domando che aspetto avranno i loro figli”

Brothers And Wives: Inside the Private Lives of William, Kate, Harry and Meghan è il nuovo libro sulla Royal family e sarà pubblicato il 30 novembre negli Stati Uniti. L’autore è il giornalista americano Christopher Andersen, il quale non ha fatto una dichiarazione esplicita sul Principe, ma tanti piccoli dettagli conducono a lui. In poche parole sarebbe stato proprio costui a parlare del colore della pelle del piccolo Archie, il primogenito di Harry e Meghan. “Mi domando che aspetto avranno i loro figli…Voglio dire, che carnagione potranno avere?”, ecco cosa aveva detto ai tempi del fidanzamento dei due. A rincarare la dose ci ha pensato proprio Meghan: “Ero incinta da qualche mese di Archie e cominciai a sentire strane conversazioni. A Palazzo c’era chi ipotizzava che mio figlio non avrebbe dovuto ricevere alcun titolo regale. Si chiedevano quanto potesse essere scura la pelle del neonato…e rapidamente questi discorsi alimentarono una campagna denigratoria”. Anche se non è stato fatto il nome del Principe Carlo nelle pagine del libro, quest’ultimo si è indignato al punto tale da ricorrere alle vie legali se sarà necessario.

Principe Carlo - Meteoweek
Principe Carlo – Meteoweek

Un caso avvolto nel manto del mistero

Si dice anche che queste determinate frasi sarebbero state pronunciate da Anna, la principessa nonché figlia di sua maestà. Tuttavia sono state mal interpretate perché non ha fatto riferimento al colore della pelle del piccolo: “In verità la figlia della sovrana è stata fraintesa, il colore della pelle non c’entra nulla. La sua preoccupazione riguardava l’incapacità di Meghan di adattarsi al ruolo, il suo background lontano dai protocolli di Palazzo, vedeva dei rischi all’orizzonte”. Mettendo da parte il Principe Carlo e la principessa Anna, bisogna capire a chi avrà fatto riferimento Meghan.