Regina Elisabetta, ancora positiva: le sue Condizioni

Vi sono novità per quanto riguarda la Regina Elisabetta, attraverso un aggiornamento sulle sue condizioni risulta essere ancora positiva, questo comporterà delle conseguenze sulla regnante ed i suoi impegni, anche se il suo stato di salute non sembra destare particolari preoccupazioni.

In questi giorni nel Regno Unito e non solo ha fatto notizia la positività di Elisabetta al Coronavirus. Secondo una nota vicina a Buckingam Palace, la Regina non è ancora del tutto guarita dal COVID, il virus è stato infatti contratto dalla diretta interessata alcuni giorni fa, dopo la positività del figlio Carlo.

Proprio il Principe e suo erede designato si è trovato positivo per la seconda volta dopo quanto era avvenuto a marzo 2020, ritrovandosi ad essere uno dei primi contagiati tra i personaggi illustri di tutto il mondo. Dopo la positività riscontrata ad inizio mese, lo scorso 17 febbraio Carlo si è negativizzato, guarendo del tutto dal Coronavirus.

Nel prossimo mese di aprile saranno invece 96 gli anni da compiere per Elisabetta, oltre metà dei quali da Regina, essendo in carica dal lontano 6 febbraio 1952, da poco aveva celebrato i 7 decenni esatti del suo incarico di servire il Regno Unito, attraverso vari periodi storici, dalla Guerra Fredda all’attuale pandemia, durante il suo regno si sono alternati ben 15 governi, dal ritorno al mandato di Winston Churchill, passando per Wilson, Margaret Thachter e Tony Blair, fino all’attuale premier Boris Johnson.

Le conseguenze dopo la sua positività e cosa accadrà in seguito

Di recente erano stati annullati alcuni impegni della Regina, la conferma della sua positività nelle ultime ore comporterà delle conseguenze su quanto accadrà nei prossimi giorni, a partire dal rinvio a data da destinarsi delle due udienze virtuali a cui doveva partecipare.

La nota ha aggiunto come la Regina Elisabetta abbia dei sintomi leggeri ed un raffreddore, trovandosi in una situazione in ogni caso non preoccupante, tanto da dialogare via telefono senza ulteriori problemi con il premier britannico Boris Johnson, continuando in questo modo a svolgere i propri impegni direttamente dal castello di Windsor, laddove risiede. Durante la prossima settimana sono attesi altri controlli per verificare se la regnante si sarà finalmente potuta negativizzare.

Impostazioni privacy