Alberto di Monaco su Charlène: “Ha bisogno ancora di tempo per riprendersi”

Le condizioni di salute di Charlène preoccupano ancora il Principato di Monaco: le parole di Alberto a Monaco-Matin.

Principessa Charlène
Photo credits: Pascal Le Segretain – Getty Images

Le notizie provenienti dal Principato di Monaco continuano a essere tutt’altro che rassicuranti. Le condizioni di salute di Charlène Wittstock non sembrerebbero essere stabili, e a confermarlo è lo stesso Alberto.

Nonostante la recente partecipazione ad alcuni eventi pubblici, come la festa nazionale e la serata di gala per i premi 2022 del rugby, la principessa di Monaco non starebbe affatto in forma. 

La colpa sarebbe da attribuirsi alla grave infezione otorinolaringoiatrica da cui è stata colpita ormai un anno fa in Sudafrica e che pare aver debilitato notevolmente il suo organismo, tanto da non averle ancora oggi permesso di tornare nel pieno delle sue forze.

Le parole di Alberto di Monaco sulle condizioni di salute di Charlène

Charlène
Photo credits: Pascal Le Segretain – Getty Images

A rivelarlo è lo stesso Alberto di Monaco, che in una lunga intervista rilasciata a Monaco-Matin ha rilasciato una serie di dichiarazioni sullo stato di salute di Charlène. Il principe ha evidenziato i notevoli progressi compiuti dalla moglie: “Sono molto contento che la sua salute sia migliorata e possa essere presente a molti eventi”. Eppure, la malattia ha lasciato dei segni profondi sulla Wittstock e la via della guarigione completa sembra essere ancora lontana. “A volte è molto stanca”, ha commentato Alberto di Monaco. “Ha bisogno ancora di tempo per riprendersi e per poter assumere altri impegni. Ma lo farà”, ha poi aggiunto fiducioso. L’impressione, quindi, è che le condizioni della principessa siano ancora precarie e che le sue apparizioni in pubblico rappresentino uno sforzo non indifferente.

Cosa è successo a Charlène di Monaco in Sudafrica

Un anno fa, la principessa è stata costretta a restare in Sudafrica a causa di una brutta infezione otorinolaringoiatrica. Lì si è dovuta sottoporre a una serie di operazioni e ha dovuto fare i conti con una lunga attesa prima che i medici acconsentissero al suo rientro in patria. In patria sì, ma non  a Palazzo. La sua destinazione, una volta lasciato il Sudafrica, è stata la prestigiosa clinica “Kusnacht Practice”, un centro specializzato nella cura delle dipendenze. Solamente lo scorso marzo a Charlène è stato permesso di fare ritorno a casa per proseguire la sua convalescenza accanto al marito e ai figli. Nel frattempo, Jacques e Gabriella, sono stati affidati alle cure di Carolina di Monaco, che ha preso i piccoli sotto la sua custodia e ha indirizzato Jacques sulla via del perfetto regnante, istruendolo a dovere.