Will Smith, la confessione choc: “Volevo uccidere mio padre”

Il mondo dello spettacolo internazionale vanta la presenza di artisti di altissimo livello. Ce ne sono alcuni, tuttavia, i quali sono famosi per avere una cosiddetta marcia in più. Per ciò che riguarda il cinema è Hollywood a farla da padrone, e tra gli attori più talentuosi ed eclettici di sempre non possiamo non citare il grande Will Smith.

Ricordate quella che fu una delle prime sitcom americane di enorme successo, Willy il principe di Bel-Air? Da allora, Will Smith ne ha fatta di strada! Nel corso della sua carriera ha riscosso un successo dietro l’altro, ogni sua interpretazione è stata considerata magistrale e, grazie al suo talento e alla sua bravura, vanta milioni di follower provenienti da tutto il mondo. Dopo anni di onorato servizio a Hollywood, Will ha deciso di fare un regalo a tutti i suoi fan: pubblicare un libro autobiografico nel quale ha deciso di raccontarsi senza filtri. Tra le pagine della sua autobiografia, però, l’attore ha rivelato un drammatico episodio che ha segnato in maniera permanente la sua vita. Scopriamo insieme di cosa si tratta.

Un’infanzia difficile

Ognuno di noi ha qualcosa da raccontare. Non tutti, purtroppo, hanno la possibilità di crescere in un ambiente familiare sereno e, seppur grazie al trascorrere del tempo certe ferite si rimarginano, il dolore da esse provocate rimarrà sempre dentro di noi. Osservandolo oggi, chi avrebbe mai immaginato che Will Smith avesse vissuto un’infanzia difficile? Ebbene, così è, ed è tutto scritto all’interno dell’autobiografia scritta dalla star hollywoodiana, della quale possiamo avere un’anticipazione della copertina grazie a questo post pubblicato da Will sul suo account Instagram ufficiale.

La famosa rivista People è riuscita a leggere in anteprima alcuni estratti del libro in cui Will ha raccontato il difficile rapporto con suo padre, Will Smith Senior. L’attore, infatti, ha svelato alcuni inaspettati retroscena della sua vita: il padre di Will era un uomo violento, affetto da un cancro che l’ha costretto per anni su una sedia a rotelle. In un momento di confusione e malessere interiore, dopo aver assistito tante volte alle percosse ricevute da Caroline, sua madre, Will Smith ha pensato di uccidere suo padre.

Nella mente di Will Smith

Ecco le parole con le quali Will Smith racconta quel drammatico momento della sua vita: “Quel momento nella mia camera da letto, probabilmente più di ogni altro momento della mia vita. ha definito chi sono. All’interno di tutto ciò che ho fatto da allora, i premi e i riconoscimenti, i riflettori e l’attenzione, i personaggi e le risate, c’è stata una sottile serie di scuse a mia madre per la mia inerzia quel giorno. Per averla delusa in questo momento. Per non aver tenuto testa a mio padre. Per essere stato un codardo”.

L’attore, in seguito, ha spiegato come è nato in lui il pensiero di uccidere suo padre: “Una notte, mentre lo spingevo delicatamente dalla sua camera da letto verso il bagno, è sorta un’oscurità dentro di me. Da bambino mi ero sempre detto che un giorno avrei vendicato mia madre. Che quando sarei stato abbastanza grande, quando sarei stato abbastanza forte, quando non sarei stato più un codardo, l’avrei ucciso. Mi sono fermato in cima alle scale. Potevo spingerlo giù e farla franca facilmente. Sono Will Smith, Nessuno crederebbe mai che ho ucciso mio padre di proposito. Sono uno dei migliori attori del mondo. La mia chiamata al 911 sarebbe stata di livello Oscar. C’erano decenni di dolore, rabbia e risentimento che scorrevano attraverso il mio corpo in quel momento, ma sono tornato rapidamente in me. Ho scosso la testa e l’ho portato in bagno. Grazie a Dio siamo giudicati per le nostre azioni, non per le nostre esplosioni interiori guidate dal trauma”.