Iva Zanicchi, la drammatica confessione della cantante: “La malattia mi ha tolto l’olfatto”

La cantante Iva Zanicchi ha parlato della sua terribile esperienza contro il Covid-19 e dei lunghi strascichi del virus. Ecco le sue parole.

Le parole di Iva Zanicchi

Lei è una delle leggende della musica italiana, reduce dal doppio successo in prima serata su Canale 5, con lo show D’Iva. Stiamo parlando chiaramente di Iva Zanicchi, la quale, in un’intervista concessa a VeroTv, ha parlato di quelle che sono state certamente le settimane più difficili della sua vita. È trascorso quasi un anno, infatti, dall’infezione al Covid-19 che la costrinse al ricovero presso l’Ospedale di Vimercate – in provincia di Monza e Brianza – a causa di una polmonite bilaterale. In quei nove giorni di ricovero, tutta l’Italia si strinse attorno all’Usignolo di Cavriago.

Nel corso dei mesi Iva Zanicchi ha spiegato di aver continuato a subire gli effetti del Covid, come la perdita dei capelli, l’abbassamento della vista e altri sintomi. Alcuni, però, sembrano essere irrimediabili. Ha raccontato la cantante: “Mi sento bene ma non ho ancora l’olfatto. L’ho perso al 90%, mi do boccettate di profumo ma non sento niente. Il Covid mi ha anche lasciato qualche dolorino in più, qualche problemino alla vista e una specie di gocciolio dal naso. So che non si tratta di raffreddore ma mi gocciola il naso e per una cantante è fastidioso”.

La perdita del fratello

Proprio in quel tragico novembre – il 20 – a causa del Covid Iva Zanicchi perse il suo amato fratello minore Antonio. Ha raccontato: “Ho pregato per mio fratello, si faceva amare da tutti. Era gentile, di compagnia, suonava la chitarra, adorava gli animali, i bambini e gli anziani. Mi manca davvero molto, eravamo tanto legati”.

Quest’anno, Iva Zanicchi è stata opinionista de L’Isola dei Famosi e Venus, oltre alle già citate due serate di D’Iva. All’età di 81 anni, la cantante non ha alcuna intenzione di fermarsi, anzi: “Mio marito mi dice che è impossibile che io abbia 81 anni e che deve andare a verificare all’anagrafe”.