Veronica Gentili: età, compagno, cinema, tv | Tutto sulla conduttrice di Controcorrente

Tutto quello che c’è da sapere sulla giornalista e conduttrice del talk di Rete4 Controcorrente, Veronica Gentili. Curiosità sulla vita privata e sulla carriera.

Carriera di Veronica Gentili

Giornalista e conduttrice televisiva, ma anche attrice, Veronica Gentili sta conquistando il grande pubblico televisivo al timone del talk in prima serata su Rete4, Controcorrente. Ma cerchiamo di scoprire di più sulla carriera e sulla sua vita privata. Nata a Roma, classe ’82, dopo il diploma Gentili insegue il sogno di diventare un’attrice. Per tale motivo si diploma presso l’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico. Nel 2006 debutta, presso il Silvano Toti (oggi intitolato al grande Gigi Proietti) di Roma, come regista e attrice de L’Otello, ottenendo un grande successo. Nel 1999, ha ottenuto una piccola parte nella pellicola, diretta da Gabriele Muccino, Come te nessuno mai. 

Negli anni seguenti abbandona la carriera recitativa per il giornalismo. Inizia nel 2013 a collaborare con Il Fatto Quotidiano, mentre al contempo partecipa come opinionista a diversi talk. Il debutto alla conduzione avviene su Sky, al fianco di Dario Vergassola, in Siamo un Paese meraviglioso. Nel 2018 le viene affidato da Rete4 il talk Stasera Italia. Nel 2021 arriva il grande successo, alla guida di due trasmissioni: sempre su Rete4, Controcorrente, mentre su Italia Uno, Buoni o Cattivi. Ha ricevuto il Premio Sulmona di Giornalismo ed è stata inserita nella lista delle 100 Donne di successo, stilata dal magazine Forbes. 

Vita privata di Veronica Gentili

Sempre molto schiva sulla sua vita privata, la giornalista tiene la sua vita privata lontano dal mondo gossip. Sappiamo però che vive, da oltre sei anni, una storia d’amore con il suo compagno Massimo e lavora nel mondo del cinema, come sceneggiatore. I due convivono ormai da diverso tempo.

La giornalista Veronica Gentili, in una recente intervista, ha rivelato che con il suo compagno c’è un motivo che scatena spesso discussioni. Ha spiegato: “Ogni tanto un litigio ci scappa, ma è sempre lo stesso motivo a scatenarlo. Il monopolio della tv. Io seguo tutti i programmi di informazione dei miei colleghi. Lui invece vorrebbe vedere altro. Ma fino alle dieci di sera circa, il telecomando è in mio possesso. Poi via libera a film e serie tv”.