Un Posto al Sole, le drammatica rivelazione: “Sono stato operato, mi hanno tolto due tumori”

Un drammatico racconto quello di uno dei grandi protagonisti dell’amata soap di Rai Tre, Un Posto al Sole. Ecco cosa ha detto. 

“Dieci giorni fa sono stato operato”, ecco la terribile rivelazione dell’attore napoletano.

Pochi mesi fa, l’amatissima soap di Rai Tre, Un Posto al Sole, ha festeggiato i 25 anni di attività che, di fatto, la rendono la serie più longeva della storia della televisione italiana. Anche questa stagione, sta tenendo incollati milioni di italiani al piccolo schermo.

Tra addii e clamorosi ritorni sono stati tantissimi gli attori, e i personaggi, che hanno partecipato alla soap ambientata a Napoli. Alcuni hanno debuttato nel lontano 1996 e sono rimasti per tutte le stagioni.

Sono attori che, di fatto, hanno legato la loro carriera all’amata soap di Rai Tre o, in altri casi, attori che sono letteralmente cresciuti di pari passo con il loro personaggio. Oggi parliamo dell’attore Patrizio Rispo, ovvero il portiere Raffaele Giordano.

Le parole di Patrizio Rispo

L’attore Patrizio Rispo, ovvero lo storico portiere di Palazzo Palladini Raffaele Giordano, nel corso di un’intervista a Il Mattino, ha rivelato il dramma della malattia e della sua lunga battaglia. Ha raccontato: “Nel 2016, il mio intervento chirurgico saltò, perché venne a mancare la corrente elettrica in ospedale: sono stato appena operato. Ho avuto due tumori, che ho tolto proprio dieci giorni fa e sono già tornato a lavoro. Mi sento benissimo: mi hanno dimesso la mattina dopo l’intervento. Sono stato operato all’ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, che si è dotato di una nuova tecnologia non invasiva a ultrasuoni focalizzati”. 

La scoperta del male

Nel corso dell’intervista, Patrizio Rispo ha rivelato: “Mi chiesero di girare uno spot sulla prevenzione. E, da quel giorno, sono stato anche io sotto stretta sorveglianza. Ho eseguito i controlli ogni sei mesi. Ho convissuto bene con la malattia, perché temevo di più le conseguenze dell’operazione”.

L’attore ha poi concluso: “Io non faccio altro che sostenere campagne di prevenzione perché sono l’unica grande difesa dalle malattie, come dimostra quel che è successo a me. Ma la prima medicina è nella testa. Serve un atteggiamento positivo, combattivo”. Per la prima volta, dunque, l’attore parla apertamente della sua malattia. Oggi, come ha spiegato, pur rimanendo sotto osservazione, Rispo sta bene.