Valeria Fabrizi racconta la sua malattia: l’attrice a cuore aperto

Sono tante le attrici in grado, con le loro interpretazioni, di lasciare il segno nel cuore dei telespettatori; una di esse è, senza ombra di dubbio, la grande Valeria Fabrizi.

Gli esordi cinematografici di Valeria risalgono alla metà degli anni Cinquanta, precisamente al 1954, anno in cui l’attrice apparve, per la prima volta, in una pellicola cinematografica: Ridere! Ridere! Ridere!, per la regia di Edoardo Anton.

Da allora, la Fabrizi diede vita alla sua lunga e magnifica carriera, fatta di successi non solo cinematografici, ma anche televisivi e teatrali, diventando così una delle artiste femminili più amate, apprezzate e conosciute del mondo dello spettacolo italiano.

Oltre a essere un’eccellente interprete, tuttavia, Valeria Fabrizi è anche una splendida donna la quale, nel corso della sua vita, ha vissuto anche momenti bui e difficili, che l’attrice ha scelto di raccontare nel corso di una recente intervista. Ecco le parole di Valeria.

L’incontro con la malattia

Spesso, durante le interviste nei salotti televisivi, scopriamo aspetti delle vite dei vip nostrani di cui non eravamo al corrente. Di recente, infatti, Valeria Fabrizi è stata ospite di Silvia Toffanin negli studi di Verissimo e, proprio in tale occasione, ha rivelato di aver combattuto, e vinto, una battaglia contro un tumore. Ecco le parole con le quali l’attrice ha raccontato la sua esperienza: “Mi hanno tolto un rene, ne ho uno solo. Ora lo tengo a bada, naturalmente, mi sono curata. […] Facevo già la suora (Suor Costanza, della fiction Che Dio ci aiuti, ndr). Fu Giorgia (figlia della Fabrizi, ndr) che me lo disse, aveva il labbrino sotto che tremava. Io sono stata fortissima, è un intruso che mi è stato indifferente. Ho rinunciato a operarmi subito per non mettere nei guai la Lux (Lux Vide, casa di produzione televisiva, ndr), visto che stavo lavorando. Ho lavorato con tutti i tubicini e le cose, però ho finito il mio lavoro. Sono orgogliosa“.

Riflessioni sulla situazione Russia-Ucraina

Nel corso dell’intervista rilasciata a Verissimo, Valeria Fabrizi ha spiegato anche come sta vivendo questo difficile periodo segnato dal conflitto in corso tra Russia e Ucraina. In riferimento a tale argomento, l’attrice ricorda anche momenti in cui, quando era piccola, ha vissuto la guerra, in prima persona.

Ecco, dunque, il racconto di Valeria: “Sono sempre inchiodata davanti alla televisione e guardo e piango. Io vengo dalla guerra, i rifugi non erano così organizzati. Ero piccina, ma mi ricordo tutti i carri armati fuori, lungo il fiume. E poi le valigie di cartone, legate con lo spago. E poi ho visto la morte, persone decapitate e mutilate…”. Valeria Fabrizi: una grande artista e una grande donna fuse in una.