Don Matteo 13, ecco come, e quando, avverrà “il passaggio” da Terence Hill a Raoul Bova

Si sta avvicinando il passaggio di consegne tra Terence Hill ed il suo addio da una parte a Don Matteo, e l’approdo di Raoul Bova dall’altra, nei prossimi episodi avverrà la rivoluzione nella fiction di casa Rai.

Dopo 20 anni è arrivato il momento del cambiamento in uno dei prodotti Rai di maggior successo in questo arco temporale: l’avventura di Terence Hill si era già conclusa nelle riprese degli scorsi mesi in terra umbra, ma a livello televisivo il suo personaggio è ancora protagonista.

Nella tredicesima stagione della serie, lo stesso attore protagonista di numerosi film in coppia con l’indimenticato Bud Spencer, si farà da parte ma non dall’inizio. Aveva infatti promesso di voler continuare con Don Matteo solo nel caso in cui gli episodi fossero diminuiti.

La produzione non si è però sentita di ridurre i carichi lavorativi, motivo per il quale Terence Hill ha preso parte a circa metà degli episodi previsti e nei primi appuntamenti della stagione lo si è visto ancora come protagonista.

Gli ultimi episodi Cosa accadrà in seguito

Lo scorso 31 marzo Rai Uno è partita con il primo appuntamento al giovedì sera di Don Matteo 13, nelle tre puntate trasmesse, la fiction si è confermata leader negli ascolti, seppur calanti ad ogni settimana, si sono sempre superati i 5 milioni di spettatori.

Tra le novità vi è stato il ritorno di Flavio Insinna nei panni di Flavio Anceschi, ex capitano a Gubbio, ormai diventato colonnello. Durante la quinta puntata prevista per il 28 aprile, Don Matteo si allontana insieme a due persone in una macchina, facendo pensare ad un rapimento.

Il passaggio di testimone

Si cercherà in seguito di capire cosa è accaduto al parroco, ma l’ipotesi del rapimento non sarà l’unica ad esserci. Nel frattempo arriverà Don Massimo, interpretato da Raoul Bova, a sostituire il personaggio principale della serie in modo repentino.

Tale cambiamento avverrà dunque nella quinta puntata della tredicesima stagione, intitolata L’amico ritrovato. Inizialmente, Don Massimo si sentirà in colpa, ma nella cittadina umbra si adegueranno alla novità, chissà se anche gli spettatori continueranno a seguire la serie così numerosi come accaduto nel corso di questi anni.