Don Matteo, lo spoiler di Raoul Bova: “Don Matteo torna, ecco come”

Giovedì 28 marzo è andata in onda la puntata di Don Matteo nella quale abbiamo conosciuto Don Massimo, il nuovo parroco della chiesa di Sant’Eufemia di Spoleto interpretato da Raoul Bova.

Tutti i fan della serie erano a conoscenza che, nel corso dell’attuale stagione, avrebbero dovuto dire addio a Terence Hill nei panni di Don Matteo per accogliere il suo successore, Don Massimo, appunto, arrivato a sostituire lo storico parroco.

I telespettatori, dopo una sensazione di smarrimento iniziale, hanno accolto di buon grado tale cambiamento, apprezzando la ventata di novità apportata alla fiction grazie all’arrivo del nuovo personaggio interpretato da Raoul Bova.

L’insediamento nella parrocchia di Sant’Eufemia di Don Massimo, tuttavia, non è stato facile come quello di Raoul; l’attore, a tal proposito, ha svelato che Don Matteo, nelle prossime puntate, tornerà a farsi vivo, per donare appoggio e positività al suo giovane erede. Ecco tutti i dettagli.

Una dolce sorpresa

Tutti coloro i quali sono appassionati delle celebre fiction di Rai Uno, Don Matteo, sapranno quanto gli abitanti di Spoleto fossero affezionati al loro storico parroco, e quanto essi abbiano sofferto a causa del suo recente addio. Raoul Bova, nel corso di un’intervista rilasciata a Oggi è un altro giorno, ha raccontato le difficoltà avute da Don Massimo nell’inserimento nella comunità e, inoltre, ha annunciato l’arrivo di una grande sorpresa. Ecco, a tal proposito, le affermazioni dell’attore: “Cominciano ad accettarlo, piano piano, ma tutto il paese si metterà contro di me. Il nostro Don Massimo, a un certo punto, soffrirà questa mancata accettazione, e arriverà una bellissima lettera di Don Matteo”. Prossimamente, dunque, l’ex parroco di Spoleto tornerà a farsi vivo, seppur anche solo con una lettera, per infondere coraggio, speranza e positività a colui che, da adesso in poi, dovrà prendersi cura della sua comunità.

Incontro tra titani

Arrivare in sostituzione di un attore così amato come Terence Hill non è stato di certo un compito facile per Raoul Bova. Per questo motivo, sempre nel corso dell’intervista precedentemente citata, l’attore ha rivelato di aver voluto incontrare Terence prima dell’inizio delle riprese.

Ecco, dunque, quanto dichiarato dal nostro Raoul: “Ho voluto incontrarlo perché per me era molto importante poterlo guardare negli occhi e avere un suo assenso. Terence è stato l’anello portante di questa serie, e volevo sapere da lui cosa fare”. Nonostante i timori iniziali, Raoul Bova ha dimostrato, ancora una volta, di essere uno dei più grandi attori del parterre cinematografico italiano, e di saper donare anima e cuore a tutti i personaggi da lui interpretati.

Impostazioni privacy