Johnny Depp di nuovo a processo: non è finita per l’attore americano

Dopo la vittoria nella causa contro l’ex moglie Amber Head, Johnny Depp tornerà presto in tribunale: ecco perché.

Il processo di diffamazione intentato contro l’ex moglie, l’attrice Amber Heard, è stato uno degli eventi giudiziari più seguiti del mondo. La sentenza ha dato ragione all’attore Johnny Depp che dovrà essere risarcito.

Neanche il tempo di festeggiare la vittoria nelle aule della giustizia che l’ex protagonista de I Pirati dei Caraibi dovrà tornare di nuovo in tribunale. A scriverlo sono i media statunitensi. L’attore, stando alle notizie che giungono oltreoceano, dovrà rispondere alle accuse relative ad alcuni eventi avvenuti nel 2017.

Come scrive il sito El Financiero, in quell’anno, sul set della pellicola L’ora della verità – che vedeva tra i protagonisti proprio Johnny Depp – l’attore avrebbe aggredito Gregg “Rocky” Brooks, location manager del film.

L’aggressione denunciata sul set

Stando alle indicazioni del sito messicano, Gregg Brooks – che come detto svolgeva il ruolo di location manager per il regista, ovvero colui che si occupa di trovare gli scenari richiesti dal regista – avrebbe criticato Johnny Depp per una scena a suo dire recitata male. Era il 13 aprile del 2017 e l’attore, non gradendo le parole di Brooks, in uno scatto d’ira lo avrebbe colpito più volte al petto con dei pugni. Nel corso di questa rissa, come ha raccontato Brooks, Depp avrebbe più volte urlato di non dirgli cosa fare sul set. L’aggressione sarebbe finita soltanto grazie ad un intervento di un poliziotto giunto sul posto. Depp dovrà recarsi il prossimo 25 luglio in udienza presso il Tribunale di Los Angeles e sarà difeso dallo stesso team di avvocati del processo contro Amber Heard, ovvero Benjamin Chew e Camille Vasquez. La versione dell’attore è che avrebbe si colpito Brooks ma soltanto per legittima difesa.

Depp rinuncia al risarcimento?

Intanto, negli ultimi giorni, un’altra indiscrezioni su Johnny Depp sta facendo il giro dei social. Stando a quanto riporta alcuni media americani, l’attore potrebbe rinunciare al maxi-risarcimento di 8 milioni di dollari. Ricordiamo che l’avvocato dell’attrice Amber Heard ha fatto ricorso contro la sentenza.

Gli avvocati dell’attore hanno più volte sottolineato come a Depp interessasse soltanto la vittoria morale nel processo per riabilitare il suo nome dalle accuse, non i soldi. Staremo a vedere.