Regina Elisabetta, gli ultimi giorni: i suoi segreti prima della morte

Dalla Gran Bretagna giungono alcuni segreti riguardanti la Regina Elisabetta prima della morte della Regnante, ecco come ha trascorso gli ultimi giorni secondo alcune fonti vicine al Palazzo.

Lo scorso 8 settembre la notizia sulla sua dipartita ha fatto il giro del mondo, ad 80 giorni di distanza la monarchia britannica sta cercando di abituarsi al nuovo cambiamento.

Sono stati infatti ben 70 gli anni del suo Regno, la seconda dinastia più lunga di sempre, soltanto Re Luigi XIV è durato di più. Ha attraversato più generazioni ed epoche diverse storiche, lasciando il segno all’interno della Monarchia e nel Paese.

A succedergli è stato il primogenito Carlo, il quale si è trovato dall’età di 3 anni nel ruolo di erede al trono, un’incoronazione per cui è stata già stabilita la data, vale a dire il prossimo 6 maggio.

Le sue ultime ore

Il suo impegno è stato costante anche in vecchiaia, e persino negli ultimi giorni aveva cercato in tutti i modi di prendere parte agli impegni istituzionali, come dimostra l’incontro con la nuova premier britannica, vale a dire Liz Truss, la quale però sarebbe durata poco.

In tempo per essere ricevuta dalla Regina, reduce da mesi sofferti ma sufficienti per renderla protagonista a giugno del Giubileo per i suoi 70 anni di Regno, in seguito a tale evento avrebbe capito come ormai le mancasse poco, approfittando a quel punto per esprimere qualche desiderio.

Quali rivelazioni sulla regnante

Ci ha pensato il Daily Wire a fornire informazioni sui suoi ultimi giorni di vita, interpellando il suo Dottore in quelle ore in cui il suo stato di salute si era aggravato, riferendo della sua incrollabile fede e del fatto di non avere alcun rimpianto.

Secondo il sito di notizie statunitense, la Regina Elisabetta avrebbe pensato al futuro della Monarchia senza di lei, esprimendo fiducia nel suo erede al trono Carlo, ma al contempo svelando come il suo figlio prediletto fosse un altro. Si tratterebbe infatti di Andrea, il suo terzogenito, in quanto con lui si sentiva a suo agio, dimostrando maggiore libertà e vivendo al tempo stesso con lui un rapporto maggiormente diretto rispetto agli altri tre, compresi anche Edoardo ed Anna.

Impostazioni privacy