Camilla imbarazza Re Carlo, le sue decisioni deleterie | Il Sovrano corre ai ripari

La Regina Consorte, Camilla Shand, sta rivoluzionando, al pari di suo marito, Re Carlo III, la Monarchia britannica, ma non tutti sembrano esserne contenti. Ecco cosa sta accadendo. 

La Monarchia britannica sta cambiando a seguito della salita al trono di Re Carlo III dopo la morte della Regina Elisabetta II. E sta cambiando, profondamente, anche la Famiglia Reale Windsor.

Anche per rispondere alle sempre crescenti polemiche sui costi di Buckingham Palace, Re Carlo III ha deciso dei tagli davvero importanti che hanno creato anche profondo malcontento negli altri membri Royals.

Basti pensare all’esclusione dal titolo di Altezza Reale ai piccoli Archie e Lilibeth Diana, figli dei Duchi del Sussex, il Principe Harry e Meghan Markle. Così come è stato ridotto all’osso il personale della Famiglia Reale.

La scelta di Camilla

Queste scelte, però, non devono – o almeno non dovrebbero – intaccare le forti tradizioni della Famiglia Reale. E su questo equilibrio che si giocano le scelte di Re Carlo III e la Regina Consorte, Camilla Shand. Proprio Camilla ha preso una decisione importante, come riportano i tabloid britannici, avrebbe depennato le dame di compagnia. Considerate, nel 2022, decisamente obsolete – il loro ruolo, remunerato e riconosciuto – erano in numero considerevole durante gli anni della Regina Elisabetta II. Del resto, fanno sapere da fonti vicino a Camilla, la Regina Consorte ha già uno staff tutto suo, che cura tutti i suoi interessi, dalla comunicazione allo stile. Inoltre, è circondata da amiche fidate di una vita.

La scelta però ha destato qualche imbarazzo nella Famiglia Reale. Molti membri – anche se lontani dalla Corona – si stanno chiedendo se anche i loro privilegi, presto o tardi, verranno intaccati. Ma non solo: molte dame di compagnia provengono da famiglie ricchissime e nobiliari di tutto il Regno Unito, le quali, potrebbero risentirsi di questo allontanamento da Buckingham Palace.

Impostazioni privacy