Matilda De Angelis, il triste racconto: “È stato difficile imparare a conviverci”

Giovanissima ma già conosciuta in tutto il mondo, Matilda De Angelis racconta la sua vita all’insegna del successo.

Matilda De Angelis
Photo credits: Eamonn M. McCormack – Getty Images

Bologna, classe 1995, Matilda De Angelis è una delle nuove promesse del cinema italiano. Il grande pubblico l’ha conosciuta lo scorso marzo in qualità di co-conduttrice del “Festival di Sanremo” al fianco di Amadeus, ma la sua storia inizia molto prima ed è fatta di grandi successi, ma anche di tenere fragilità tipiche di un’artista così giovane.

Un esordio a colpi di note

Nata e cresciuta nella città rossa,  frequenta il liceo scientifico Enrico Fermi, diplomandosi nel luglio 2014. Si avvicina alla musica studiando chitarra e violino e a soli 13 inizia a comporre canzoni. A 16 entra come cantante nel gruppo musicale Rumba de Bodas, con cui incide un album, “Karnaval Fou”, e si esibisce in concerti in giro per l’Italia e l’Europa.

Il successo sul grande schermo

Nonostante una grande passione per la musica, la sua vera vocazione è la recitazione. L’occasione che le cambia la vita arriva quando un amico le suggerisce di presentarsi a un provino per un film con Stefano Accorsi. A seguito dell’audizione, viene scritturata dal regista Matteo Rovere per il ruolo della protagonista femminile nel film “Veloce come il vento”. Da qui, la sua vita cambia: riceve al Taormina Film Fest il premio come miglior rivelazione, vince anche il Premio Guglielmo Biraghi, Viene candidata come migliore attrice protagonista ai David di Donatello 2017 e viene anche proposta nella cinquina del premio per la miglior canzone originale, “Seventeen”, sempre per “Veloce come il vento”.

Una carriera internazionale

A seguire, film e serie televisive che le permettono di acquisire esperienza e lavorare al fianco di grandi artisti. La consacrazione a nuova promessa del cinema arriva quando ottiene il suo primo ruolo di rilievo oltreoceano, nella miniserie “The Undoing – Le verità non dette”. Qui recita al fianco di Nicole Kidman e Hugh Grant, ottenendo l’attenzione della critica statunitense per la sua interpretazione.

Matilda De Angelis e il suo rapporto con il successo

Matilda De Angelis e Fiorello
Photo credits: Jacopo M. Raule – Getty Images

In men che non si dica, il nome di Matilda De Angelis diventa estremamente popolare. In una recente intervista rilasciata al settimanale “Io Donna”, la giovane attrice parla così del suo successo: “È stato faticoso imparare a conviverci. All’inizio non me lo aspettavo, pian piano ho imparato a gestirlo restando fedele a me stessa. Sono molto riservata, ho bisogno della mia intimità, non amo essere osservata nella vita quotidiana. Quando sono insieme con altri in una stanza, penso sempre di essere la persona meno importante. Per fortuna ho una rete solida di affetti, che mi ha aiutato a non farmi fagocitare.”

LEGGI ANCHE: Marta Gastini: età, carriera, marito | Tutto sulla Marta di “Tutta colpa di Freud”

Uno spazio per se stessa

Tra popolarità e innumerevoli impegni, Matilda De Angelis riesce comunque a ritagliarsi del tempo per se stessa. In particolare, non rinuncia alle sue sessioni di yoga: “Ho fatto 12 anni di ginnastica artistica, e ho una memoria muscolare che con lo yoga funziona. Mi piace perché non è solo un’attività fisica, come correre su un tappetino in palestra. È legato alla mente, è un flusso che mi aiuta a respirare e mi fa star bene.”