Viaggio nella grande bellezza cancellato per far posto al GF Vip, la rabbia di Cesare Bocci | Cosa sta accadendo

Mediaset, in maniera del tutto inaspettata, ha comunicato un repentino cambio di programmazione annunciando un appuntamento a sorpresa con una nuova puntata del Grande Fratello Vip nella prima serata di venerdì 7 gennaio. Ma questa scelta non sembra essere stata gradita da parte di tutti. 

Il reality show condotto da Alfonso Signorini andrà a sostituire Viaggio nella grande bellezza Speciale Quirinale, programma documentaristico in onda dal 2019 ideato e condotto da Cesare Bocci. E proprio il conduttore originario di Camerino sembra non aver apprezzato questa decisione da parte di casa Mediaset.

Il commento di Cesare Bocci

L’attore ha, infatti prontamente commentato la scelta della rete televisiva sul proprio profilo Instagram, pubblicando un post con uno screenshot di vari articoli che comunicano la scelta di Mediaset, accompagnato da una descrizione che recita: “A voi l’ardua sentenza…”, parole che fanno percepire l’amarezza di Bocci per questa decisione. Ma l’attore marchigiano non sembra essere l’unico a non aver accolto bene la notizia, infatti nei commenti dello scatto da lui pubblicato, oltre alla delusione dei suoi follower sono presenti anche le parole di alcuni colleghi che si sono mostrati vicini all’attore criticando apertamente la scelta di Mediaset.

Quando tornerà Viaggio nella grande bellezza

Secondo quanto riportato, non è ancora chiaro quando la rete televisiva deciderà di riproporre un nuovo appuntamento con Viaggio nella grande bellezza, ma stando all’ipotesi di Tvblog, la rete potrebbe mandare in onda lo speciale sul Quirinale di Bocci poco prima del 24 gennaio, giorno in cui il Presidente della Camera Roberto Fico ha convocato il primo voto del Parlamento in seduta comune per l’elezione del nuovo Presidente della Repubblica Italiana.

LEGGI ANCHE—>I Fatti Vostri, Anna Falchi dopo l’assenza torna e conduce con la mascherina: ecco cosa è accaduto

Lo scontro tra profitto e valore

La decisione della rete televisiva conferma l’andamento altalenante del programma condotto da Cesare Bocci, che già durante il periodo estivo aveva registrato risultati non troppo soddisfacenti portando Mediaset a optare per una sospensione temporanea. Nonostante ciò è innegabile il valore artistico e culturale di Viaggio nella grande bellezza che dal 2019 ha raccontato, attraverso la testimonianza dell’attore marchigiano e della sua squadra, alcune delle più belle città del nostro paese come Venezia, Roma, Firenze passando per il Vaticano e arrivando a toccare argomenti come la dinastia dei Windsor o il mistero di Padre Pio. Il caso Mediaset – Bocci conferma ancora una volta quello che potrebbe essere uno degli scontri che più caratterizzano la nostra contemporaneità: quello tra profitto e valore, dando la sensazione che in alcuni contesti questi due fattori non riescano mai ad incontrarsi.

.