Romina Power “costretta” a portare sempre abiti lunghi: ecco perché

Romina Power è tra le artiste più apprezzate e seguite del panorama musicale italiano, ma vi siete mai chiesti perché l’artista indossi sempre abiti lunghi? Ecco le motivazioni dietro a questa scelta. 

Nata a Los Angeles nell’ottobre del 1951, Romina dopo una prima fase di vita negli Stati Uniti, si traferì in Italia con la madre, Linda Christian e il patrigno, Edmund Purdom. Il suo percorso nel mondo dello spettacolo e dell’intrattenimento iniziò da giovanissima, infatti a soli 13 anni debuttò come attrice, per poi pochi anni dopo dedicarsi alla musica.

Il successo musicale arrivò nel 1969 quando vinse il Festivalbar nella sezione Disco Verde con il brano Acqua di Mare che tra gli autori vede Al Bano, storica voce del panorama italiano poi diventato suo marito nel 1970.

Nel corso della sua carriera Romina ha inoltre preso parte al Festival di Sanremo, che le ha permesso di consacrarsi come una delle voci più amate del nostro paese, riuscendo a portare a casa l’edizione del 1984 con il brano Ci sarà, cantato in coppia con Al Bano.

Gli abiti di Romina Power

La cantante, oltre che per la sua voce, si è sempre distinta per i suoi meravigliosi look caratterizzati dagli ormai iconici abiti lunghi. Ma quali sono e motivazioni di questa scelta da parte dell’artista? Purtroppo non ci sono risposte certe a questa domanda, ma le ipotesi portate avanti da fan e portali web sono diverse. Tra queste la possibilità che si tratti di una scelta dovuta alla necessità di Romina di portare scarpe basse a causa di un problema al ginocchio.

 

LEGGI ANCHE—>Gabriel Garko, chi è e cosa fa la splendida sorella

Romina Power e il buddismo

Tra le ipotesi più accreditate anche la vicinanza di Power alla cultura buddista e indiana, infatti la cantante in più occasioni ha dichiarato di aver intrapreso un percorso nel buddismo, affiancato dalla meditazione che ha affermato: Può liberare la mente da un pensiero che ci tormenta, permettendoci anche di concentrarci sul valore e sulla preziosità della nostra vita umana”. Quindi la scelta estetica potrebbe essere una diretta conseguenza di questa scelta spirituale della cantante.

Romina ha confermato il suo legame con la cultura buddista e più in generale il mondo orientale, con Karma Express romanzo pubblicato da Mondadori nel 2017 in cui la cantante racconta la storia di Daria una giovane che decide di distaccarsi dalla quotidianità per partire alla scoperta dell’India.