Non buttate le bucce di mandarino, commetterete un grosso errore: come riutilizzarle

Buttare le scorze di mandarino è un errore. Proprio come quelle dell’arancia, possono essere riutilizzate. Ecco come. 

Come riutilizzare le scorze di mandarino? Non gettatele, ci sono tantissimi modi per creare, in cucina e in casa, tante cose.

Queste settimane sono certamente perfette per gustare nel migliore dei modi i mandarini. Agrumi amatissimi da grandi e piccini, fanno parte della nostra dieta mediterranea. Salutare e saporiti, sono facilissimi da trovare sulle nostre tavole.

Quello che in molti non sanno è che del mandarino può essere utilizzato davvero tutto, compresa la buccia. Quest’ultima, solitamente viene buttata nell’umido e, salvo conoscenze pasticcere, difficilmente utilizzata.

Dunque cosa possiamo fare con le bucce di mandarino? Possiamo reinventarci in cucina oppure utilizzare per la creazione di addobbi – o adornamenti di oggetti – presenti nella nostra casa.

I possibili utilizzi delle bucce di mandarino

Come avviene per le scorze d’arancia candite, anche quelle del mandarino possono essere utilizzate in tal modo. Ovviamente fate molta attenzione ad utilizzare – in entrambi i casi – agrumi non trattati e biologici. E che dire delle candele fatte con le bucce di mandarino? Non dovete fare altro che utilizzare gli agrumi più grandi, tagliare a metà la buccia e far colare al loro interno dell’olio e inserire un stoppino. Torniamo alla cucina: è possibile utilizzare le bucce per creare olio aromatizzato. Utilizzate la scorza di 5 mandarini per ogni 500ml di olio extravergine. La bottiglia di vetro nella quale avete inserito olio e scorze va tenute per almeno dieci giorni in un luogo buio. Alla fine, filtrate con un colino l’olio e mettetelo nella bottiglia.

Leggi anche —> Amici 2022, anticipazioni domenica 27 febbraio: due eliminazioni choc

Tante altre soluzioni

Altra idea per la cucina: il sale aromatizzato. Vi basterà mettere mezza buccia di mandarino grattugiato ogni dodici cucchiaini di sale. In seguito, mettete il sale su una teglia, ricoperta di carta forno, e mettetelo ad essiccare per quindici minuti a 50° in forno. Infine, inserite il tutto in un barattolo di vetro e lasciatelo aperto sino a quando non si sarà raffreddato.

Leggi anche —> Clizia Incorvaia e Ciavarro festa per il figlio Gabriele | Ecco come hanno addobbato la casa

Potete utilizzare le bucce di mandarino anche per preparare infusi. Basterà mettere un paio di cucchiai di bucce – precedentemente lavate e tagliate – in un pentolino con l’acqua e portare il tutto ad ebollizione per pochi minuti. Infine, spegnete lasciate riposare, per almeno cinque minuti, poi filtrate le bucce e, per renderlo ancora più gustoso, aggiungete del miele. Potete, inoltre, utilizzare le scorze di mandarino per profumare e decorare la casa, formato un pout-pourri, con lavanda, fiori secchi e cannella.

Impostazioni privacy